“Le parole sono importanti” su il Fatto quotidiano

Dino Amenduni è uno dei maggiori esperti di nuovi media e comunicazione politica in Italia. In un suo articolo sul suo blog su il Fatto quotidiano cita “Le parole sono importanti”.

Così scrive Amenduni:

La parola ‘narrazione’ è stata spesso oggetto di ironie negli ultimi tempi: in realtà è però il cuore della costruzione di consenso dell’Italia berlusconiana e, forse, della recente storia della (comunicazione) politica nel mondo occidentale. Per governare serve una storia, un sogno o un obiettivo facilmente descrivibile. Un’identità, insomma. A Gemonio come a Washington. Nelle stanze di Via Bellerio come nello staff di Obama.

La Lega deve aver studiato Vladimir Propp, antropologo russo, che ha illustrato come le fiabe, i racconti, le narrazioni, fossero legati a uno schema strutturale consolidato nel tempo, basato su 31 costanti. I primi processi educativi sono legati alle narrazioni. L’essere umano è dunque abituato a questo schema: chi, in politica, sa raccontare meglio degli altri ha più possibilità di vincere. 

La Lega è stata fortissima fino a quando è stato possibile immaginare un traguardo visibile (il federalismo, con l’occhiolino alla secessione) e fino a quando ha potuto sostenere questo traguardo attraverso narrazioni interdipenenti, tutte a sostegno del raggiungimento dell’obiettivo: citando Gianluca Giansante, la contrapposizione fra Nord produttivo e Sud assistito e, insieme, l’intolleranza verso il diverso, poco importa se straniero o meridionale.

Oggi, secondo Amenduni, la Lega sembra diventata incapace di tenere fede a quella narrazione. Se vuoi sapere perché vai all’articolo.



Warning: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable in /web/htdocs/www.gianlucagiansante.com/home/wp-includes/class-wp-comment-query.php on line 405

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>