Quattro consigli per rendere sexy i tuoi testi sul web

La capacità di scrivere con efficacia per la Rete è sempre più importante: internet va acquisendo un ruolo crescente come strumento di diffusione di idee e di opinioni. Ecco quattro consigli per rendere i tuoi testi a prova di web

dal mio blog su Linkiesta

Ieri il mio amico Matteo mi ha inviato un articolo per una rivista web, era molto interessante, ma era scritto come se dovesse essere pubblicato su un quotidiano. Per la Rete non era adatto: fin dal primo sguardo il testo appariva compatto e denso e scoraggiava la lettura.

La scrittura per il web, infatti ha delle specificità che la differenziano da quella della carta stampata e che è importante conoscere nel momento in cui si comincia a scrivere, che si tratti del post di un blog o di un articolo per un magazine on line.

Gli ho quindi inviato alcuni consigli semplici e pratici che possono facilitare la lettura di testi sul web e che possono essere utili anche a te per migliorare la leggibilità dei tuoi testi.

Uno: periodi brevi. La lettura di un testo sul video ha caratteristiche che esaltano la brevità. Per questo diventa un must quella che per la carta stampata è una calda raccomandazione: scrivere frasi brevi. Volendo essere più chiari: meglio due periodi di tre righe che uno di sei.

Due: metti ogni tanto dei neretti su parole e frasi chiave. Il tempo di permanenza medio su una pagina web è molto basso, per questo è utile segnalare subito gli argomenti chiave, per aiutare il lettore a capire subito di cosa si parla e quali sono le cose interessanti.

Corollario uno: spara subito le tue cartucce migliori. Non lasciare il concetto chiave del tuo articolo per l’ultima frase ad effetto. È un espediente che può funzionare per la carta stampata ma sul web rischia di essere letto solo da pochi fedelissimi amici.

Corollario due: inizia ogni paragrafo con il concetto chiave che intendi esprimere ed evidenzialo in neretto. In questo modo chi ti legge potrà farsi in pochi secondo un’idea del tuo pensiero anche se non leggesse tutto l’articolo, come spesso accade per i testi web.

Tre: separa i paragrafi con un doppio spazio. Sembra banale ma fa una grande differenza, rende il tuo testo più chiaro e leggibile.

Quattro: ricordati di essere breve. Sul web è sempre meglio non eccedere con la lunghezza del tuo testo oltre le tre o quattromila battute, altrimenti rischi di non essere letto. Per farlo è necessario superare l’antica idea che ci hanno inculcato a scuola dove un testo di valore era un testo di almeno due fogli protocollo e chi scriveva una misera paginetta veniva additato con improperi di ogni sorta dagli insegnanti. Sul web accade il contrario.

Non è un esercizio semplice, come riconosceva Pascal che così apriva una delle sue missive: “Mi scuso per la lunghezza della mia lettera, ma non ho avuto il tempo di scriverne una più breve”.

Per approfondire

Se ti interessa l’argomento puoi approfondirlo qui:

Il mestiere di scrivere.

Scrittura Vincente!

I tuoi utenti non leggono i tuoi contenuti (articolo in inglese).

Foto di Ed Yourdon



Warning: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable in /web/htdocs/www.gianlucagiansante.com/home/wp-includes/class-wp-comment-query.php on line 405

2 Commenti su “Quattro consigli per rendere sexy i tuoi testi sul web”

Lascia un commento su Emilio Odescalchi

Fai clic qui per annullare la risposta.

XHTML: Puoi usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>